Scansioni.

Reverse engineering.

Modellazione.

Generazione delle matematiche

Il reverse engineering è quel processo che ti permette di convertire tutti gli oggetti reali in un file digitale ottenendo le esatte misure matematiche. DIGITAL MAISON effettua la misurazione tramite scansione 3D, che acquisisce e ricrea fedelmente le forme dell’oggetto. Per la rilevazione usiamo scanner a luce strutturata, laser o tomografia.

 

 

Attraverso i mezzi di nostra proprietà o quelli messi a disposizione attraverso rapporti di collaborazione, possiamo fornire scansioni di differente accuratezza a seconda della richieste del cliente.

Poiche’ la fedelta’ della scansione alla parte originale implica costi crescenti, valuteremo insieme le reali necessita’ di cattura dei particolari in base alla conformazione, alle feature presenti, e soprattutto in base allo scopo finale del pezzo in disegnazione.

 

 

 

 

 

Ottenuta la scansione, garantiamo la precisione delle misure limite e delle geometrie di riferimento (piani, fori, asole, ecc. ) attraverso la costruzione di riferimenti tramite software di ispezione.

La creazione di questi elementi geometrici fornisce delle guide utili e precise come punto di partenza, ma ogni elemento geometrico prodotto viene controllato e portato a misura di fabbrica.

 

 

 

Attraverso software di modellazione solida parametrica e di superfici produciamo un modello matematicamente corretto per ogni lavorazione.

La bonta’ del risultato viene valutata con un continuo raffronto con la mesh originale, valutando ogni misura prodotta con gli standard industriali.

 

 

 

Al termine e’ possibile generare su richiesta un report di controllo degli scostamenti tra mesh e superfici.

Impostando il valore limite ammissibile in base al tipo di fabbricazione successivo (stampaggio, cnc, ecc.) si affina il risultato per iterazioni successive fino ad un report finale per il cliente.

”    La Reverse Engineering è definita dal manuale militare americano MIL-HDBK-115 (ME) come “il processo di duplicazione di un oggetto nelle sue funzioni e nelle sue dimensioni attraverso un’analisi fisica e la misura delle sue parti, ottenendo i dati tecnici richiesti per la lavorazione”[1].

[1] US Army Military Handbook; la definizione fu coniata per designare il processo di appropriazione di tecnologie militari in caso di ritrovamento di armamentario bellico nemico. cfr. Paolo Gianolio “Reverse engineering: aspetti teorici ed applicazioni” (tesi di laurea)